LASER E NUOVE TECNOLOGIE

HOME / MEDICAL / LASER E NUOVE TECNOLOGIE

LASER E NUOVE TECNOLOGIE

Laser CO2 Frazionato – Ringiovanimento Volto

I Laser sono utilizzati con successo in campo medico in generale ed estetico in particolare, oramai da tempo.

Tuttavia, non esiste un solo tipo di laser, esistono invece varie tipologie, che consentono di spaziare dalla rimozione di tatuaggi, all’epilazione, al ringiovanimento cutaneo ed a molto altro ancora.

Si tratta quindi di individuare il laser più adatto per la situazione da trattare.

Il laser CO2 frazionato, sfrutta l’anidride carbonica per produrre mediante vaporizzazione, tanti microscopici forellini (pochi micron di diametro) nello spessore della pelle.

Il termine frazionato si riferisce proprio al tipo di emissione del raggio laser, che viene appunto scomposto in tanti microscopici forellini.

L’azione del raggio laser è “guidata” da un computer che consente di eseguire un numero variabile di forellini per cm quadrato, ne regola la profondità ed intensità, per ottenere l’effetto desiderato in massima sicurezza.

Durante il processo di guarigione successivo, si otterrà la produzione di nuovo collagene ed un ritensionamento cutaneo.

Le indicazioni al trattamento con il laser CO2 frazionato possono essere cicatrici da acne, macchie e iperpigmentazioni cutanee, rughe sottili del volto.

Si effettua in anestesia locale previa applicazione di una crema anestetica e richiede circa 30 minuti.  Ci sarà un leggero bruciore per le prime ore e crosticine per 4-5 giorni. Si possono effettuare successive a distanza di un mese e mezzo per ottenere risultati sempre più brillanti.

Laser Q-Switched – Tatuaggi

La rimozione dei tatuaggi avviene mediante un laser dotato di una specifica lunghezza d’onda che viene assorbita esclusivamente dalle particelle di colore del tatuaggio, senza creare danni ai tessuti cutanei limitrofi.

Il Laser Q-switched è ad oggi il sistema più indicato a questo scopo essendo dotato di una caratteristica peculiare che lo differenzia da tutti gli altri tipi di laser, l’estrema brevità dell’impulso e la contemporanea grande potenza di emissione, consentono massima efficacia di trattamento e ridottissimo danneggiamento dei tessuti circostanti.

Rispetto a metodiche tradizionali (diatermocoagulazione, dermoabrasione, crioterapia) o ad altri laser (CO2, Argon, Erbium), tale sistema offre notevoli vantaggi come scarsi effetti collaterali, numero inferiore di sedute, rapida guarigione della zona trattata, velocità di trattamento.

Si possono trattare tutti i tipi di tatuaggio anche se vi sono alcune limitazioni da considerare. In particolare, il colore del tatuaggio, rappresenta la variabile più importante. I colori blu e nero rispondono in modo ottimale al trattamento, buoni risultati si ottengono con quelli di colore rosso, scarsa invece è l’efficacia sul colore giallo e verde.

I tatuaggi amatoriali rispondono più velocemente rispetto a quelli di tipo professionale. La profondità dell’impianto, la superficie del tatuaggio, la quantità di pigmento usato possono anche influenzare il risultato ed il numero delle sedute. Il procedimento di rimozione del tatuaggio necessita di un numero elevato di sedute (almeno 6-8 sedute) con intervalli di tempo tra una seduta e l’altra non inferiori a 6 settimane.

Luce Pulsata – Epilazione

La tecnica di epilazione a luce pulsata mira a distruggere in maniera selettiva il follicolo del pelo.

Il principio di funzionamento consiste nel sfruttare la capacità della luce di penetrare per qualche millimetro nella pelle e raggiungere anche i follicoli più profondi che si scaldano fino a distruggersi.

La Luce Pulsata si basa sull’utilizzo di una luce policromatica ad alta intensità (IPL) specifica per la melanina (il pigmento che conferisce il colore scuro al pelo). Si genera così un forte aumento di temperatura, che viene trasferito al bulbo pilifero distruggendolo.

Le apparecchiature di ultima generazione garantiscono una sicurezza molto elevata, minimo fastidio e massima efficacia. 

Subito dopo il trattamento la pelle sarà solo un po’ arrossata e si avvertirà una sensazione di leggero calore che scomparirà entro poche ore. Nei giorni seguenti i peli inizieranno a cadere lasciando la pelle liscia.

L’epilazione, anche quando è fatta con apparecchiature di ultima generazione, non permette di dimenticarsi al 100% dei peli per il resto della propria vita!

Si otterrà però una loro drastica riduzione che permane a lungo nel tempo, saranno solo necessarie saltuarie sedute “di richiamo” per mantenere i risultati ottenuti.

Ringiovanimento Vaginale Laser Assistito

Le motivazioni che sono alla base dell’aumento di richiesta del “ringiovanimento vaginale”, possono essere di origine puramente estetica o anche medica per motivazioni funzionali. L’avvicinarsi della menopausa, comporta spesso l’insorgenza di alcuni disturbi tipici quali irritazioni, secchezza delle mucose, dolori durante i rapporti sessuali, perdita di tono ed elasticità dei tessuti vaginali, lieve incontinenza urinaria.

Questi fastidi compaiono intorno ai cinquant’anni, in correlazione al calo degli estrogeni che determinano la diminuzione dell’idratazione delle mucose e l’assottigliamento dell’epidermide. Fino ad ora è stato possibile ricorrere alla sola terapia ormonale sostitutiva, con i suoi aspetti positivi ma anche con alcuni fastidi.

Oggi è possibile integrarne l’azione mediante un trattamento laser a diodi di ultima generazione. L’azione di stimolo del raggio sulle pareti della cavità vaginale, oltre a determinare un aumento del tono muscolare, stimola la produzione di nuovo collagene, migliora la circolazione sanguigna restituendo idratazione ai tessuti e stimola la residua produzione di estrogeni locali.

Si tratta di un trattamento non invasivo che si pratica previa applicazione di una semplice crema anestetica, spesso associato ad infiltrazioni di acido ialuronico o di fattori di crescita del collagene.

Il risultato, osservabile già dopo un solo mese di sedute, è quello di avere l’eliminazione dei fastidi o quantomeno una loro drastica riduzione, e restituire all’intera area una tensione adeguata.

Plasma (PLEXR) – Blefaroplastica non Chirurgica

Il “Plasma” viene considerato come il quarto stato di aggregazione della materia, (stato gassoso, solido e liquido), il quarto stato si pone tra quello liquido e quello gassoso ed è una sorta di “gas liquefatto”. La Sublimazione è il termine fisico per indicare il passaggio dallo stato solido a quello gassoso. 

Il PLEXR è la tecnologia che sfrutta questa particolare energia e non è assimilabile a nessun tipo di laser. Si produce una forma di energia che “destruttura” i componenti dell’epidermide, i cheratinociti, ed una contestuale biostimolazione del derma, dovuta al calore selettivo e focalizzato trasferito sul tessuto interessato. Al termine del trattamento si avrà la formazione di una crosticina sulla parte trattata, che in circa una settimana cadrà, senza lasciare ematomi o cicatrici, grazie all’azione superficiale svolta sull’epidermide.

L’applicazione forse più famosa di questa particolare tecnologia, è la “blefaroplastica non chirurgica” sia superiore che inferiore, ma anche il ringiovanimento periorale (codice a barre), rughe e lassità cutanea del collo, rughe delle guance (micropeeling), rimozione di macchie cutanee, trattamento di cicatrici e dell’acne, rimozione di verruche, fibromi, cheratosi, xantelasmi, ecc.

Needling (Dermapen) – Cicatrici, Acne e Ringiovanimento

Il Needling è una tecnica che consente di stimolare a livello dermico la produzione di nuovo collagene ed elastina mediante l’uso di microaghi montati sulla testina rotante di un manipolo elettrico, in grado di selezionare la profondità del tessuto dove andranno ad agire.

Si effettuano passaggi ripetuti sulla zona da trattare al fine di indurre un’intensa produzione di Collagene tipo III e stimolare l’attività fibroblastica. Inoltre, l’apertura di migliaia di micro canali nello strato superficiale della cute permette di far penetrare specifici principi attivi (Vitamine, Aminoacidi, ecc.) applicati sulla pelle mentre si effettua la micro perforazione.

Trova indicazione nei rilassamenti cutanei (interno braccia, collo, periombelicale, decolletè,  ecc.), smagliaturecicatrici da acne e post traumatiche con perdita di tessuto, rughe del volto. Importanti risultati si ottengono anche nella cura delle calvizie.

Il trattamento si svolge applicando una crema anestetica circa 1 ora prima della seduta, la cui durata è di circa 10 minuti. Normalmente sono previste 3 sedute per il ringiovanimento del viso e 5 sedute per le cicatrici post-acneiche. Le sedute sono distanziate tra loro di almeno 1 mese.

Dopo il trattamento la pelle rimane arrossata con un leggero edema per le prime 6-12 ore. Il giorno successivo al trattamento si può tornare ai normali rapporti sociali.
Gli effetti migliorativi si osservano in genere dopo 2-3 mesi e sono massimi a circa 6 mesi dal termine del trattamento. Si suggerisce una seduta di mantenimento all’anno per conservare i risultati ottenuti.

Radiofrequenza

Sono onde elettromagnetiche che applicate sulla cute, producono un effetto termico con amento della temperatura del derma con contrazione e rimodellamento delle fibre collagene, stimolazione dei fibroblasti e neosintesi di collagene.
Si ottiene un miglior tono e compattezza della pelle, con riduzione della lassità cutanea.
INDICAZIONI
Rilassamenti cutanei volto e decolletè, collo, braccia, addome, interno cosce, glutei, seno, smagliature, cicatrici d’acne ed acne attiva, macchie cutanee.
Le aree che ottengono migliori risultati sono quelle sotto-mentoniere e del viso, in particolare le zone periorbitali, le guance e le pieghe naso-labiali. Si possono ottenere risultati notevoli anche a livello delle braccia, dell’addome e dell’interno coscia.
TECNICA
Un manipolo rotondo (trasduttore) viene passato più volte sull’area interessata a diretto contatto con la pelle.
Il trattamento, assolutamente indolore, produrrà un lieve senso di calore ma non dolore.
La durata del trattamento varia dai 30 minuti ad 1 ora circa, a seconda dell’estensione delle aree da trattare.
Il numero di sedute varia in base al risultato ottenuto e alla soddisfazione del paziente. In genere sono necessari almeno 3 o 4 trattamenti.
DECORSO
Al termine della seduta si nota un lieve eritema o in rari casi un leggero edema.
 

Cavitazione

La Cavitazione detta anche Liposcultura Ultrasonica Esterna, è una metodica che permette di ridurre lo spessore delle aree di accumulo di grasso tramite ultrasuoni a bassa frequenza (40–200 KHz) che agiscono selettivamente sul tessuto adiposo.
La pressione generata dalle onde ultrasoniche produce microbolle che implodono all’interno delle cellule adipose, provocando la rottura delle membrane cellulari dell’adipocita e quindi la sua distruzione (Lipoclasia). Il grasso fuoriesce nel tessuto intracellulare e viene eliminato dal sistema linfatico.
Gli Ultrasuoni Trans-Dermici oltre ad avere un’azione lipolitica, migliorano notevolmente anche la circolazione sanguigna e linfatica, nonché il tono e l’elasticità del tessuto cutaneo, con riduzioni del fenomeno della pelle a ‘’buccia d’arancia’’. I fasci ultrasonici sono molto selettivi e non ledono altri tessuti come il connettivo, i nervi e i vasi sanguigni.
INDICAZIONI
Adiposità localizzate esterno cosce, addome, glutei, fianchi, ginocchia. Il grasso dell’addome, in genere, risponde meglio al trattamento rispetto a quello delle cosce, dove la presenza di cellulite può rendere la zona più difficile da trattare.
TECNICA
Un manipolo rotondo (trasduttore) che converte energia elettrica in energia ad ultrasuoni, viene passato più volte sull’area interessata a diretto contatto con la pelle. Il trattamento, assolutamente indolore, può produrre un lieve senso di calore. Al termine della seduta si può osservare la presenza di eritema e edema dell’area trattata, ma sarà immediatamente visibile una riduzione della consistenza del pannicolo adiposo. Il tempo di ogni seduta è di circa 15-20’ minuti per singola area trattata. Il numero di sedute cambia in base al risultato ottenuto e alla soddisfazione del paziente. In genere sono necessari 3 o 4 trattamenti sulla stessa zona. L’abbinamento della Mesoterapia con Farmaci Lipolitici potenzia ulteriormente l’efficacia del trattamento mentre la Radiofrequenza favorisce un effetto tensore sulla pelle.
DECORSO
I risultati estetici conseguibili sono minori rispetto a quelli ottenibili con una liposuzione classica, ma questa limitazione è compensata da una scarsa invasività della metodica (non si esegue un intervento chirurgico) e da un impatto sulla vita sociale e lavorativa praticamente nullo (ritorno immediato alle proprie attività).
 

Carbossiterapia

La carbossiterapia consiste nella somministrazione di anidride carbonica (CO2) mediante microiniezioni sottocutanee a dosaggi e con tempi d’erogazione definiti e controllati.

Inizialmente utilizzata nella cura di patologie vascolari, è oggi utilizzata in campo estetico nel trattamento della cellulite, adiposità localizzate, smagliature, cicatrici, dei rilassamenti cutanei e dell’”invecchiamento cutaneo” in generale, ecc..

Un recentissimo campo di utilizzo dove trova valida applicazione, è nella cura della caduta dei capelli.

Il meccanismo d’azione della CO2 è determinare una vasodilatazione locale con maggior afflusso sanguigno ed un conseguente maggior apporto di fattori nutritizi ai tessuti. Inoltre, possiede un’ azione lipolitica diretta (cioè è in grado di distruggere le cellule adipose).

Si eseguono una – due sedute settimanali la cui durata è di circa 20 minuti. Il numero delle sedute varia in base alla patologia da trattare (da 6 a 10 sedute in media). I cicli terapeutici possono essere ripetuti un paio di volte l’anno. Durante il trattamento si potrà avvertire per pochi secondi un modesto bruciore locale. La ripresa delle proprie attività è immediata.

 

Laserlipolisi

La Laserlipolisi (Laserlipo, Lipolaser o Liposcultura laser assistita) è una recente tecnica mini-invasiva che, grazie all’utilizzo di una sonda laser, è in grado di distruggere il grasso in maniera selettiva e contemporaneamente stimolare la sintesi di nuovo collagene, con effetto tonificante sui tessuti trattati, conferendo un effetto lifting.

La laserlipolisi, rispetto alla liposuzione tradizionale, è una tecnica molto precisa e meno invasiva, tanto da poter essere utilizzata anche sul viso (liposcultura del volto). Si esegue in anestesia locale grazie all’utilizzo di cannule estremamente sottili e con tempi di recupero più brevi.

Questa tecnica non è adatta per trattare persone sovrappeso o per aspirare grossi quantitativi di grasso, ma serve a rimodellare piccole aree localizzate di grasso resistente a diete e allenamenti. Aree più estese possono richiedere trattamenti ripetuti per raggiungere il risultato ottimale.

In alcuni casi è possibile evitare l’aspirazione del grasso liquefatto, lasciando che venga eliminato naturalmente attraverso fegato e reni.

I risultati migliori e immediati sono però quelli in cui viene utilizzata anche l’aspirazione, e necessitano da uno a circa tre mesi per essere apprezzabili.

Si possono trattare aree ritenute particolarmente difficili come: doppio mento e collo, mandibola e viso, interno coscia, caviglie, braccia, petto maschile. Un risultato ancora migliore può essere ottenuto con l’uso di non invasive (radiofrequenzecavitazioni, ecc.) nel post intervento.

preoperatorio

IL PRE OPERATORIO

Il Chirurgo dopo aver valutato attentamente la zona da trattare e lo stato fisico della paziente e dei tessuti cutanei, delimita con un disegno l’area d’intervento.

come si effettua

COME SI EFFETTUA

Il trattamento si esegue in anestesia locale praticando una piccola incisione che sarà anche il punto attraverso il quale il laser verràinserito (all’interno di una cannula molto sottile). Il trattamento dura da una a due ore a seconda del numero di aree che si stanno trattando e delle dimensioni dell’area trattata.

tempi di recupero

TEMPI DI RECUPERO

Nonostante l’intervento sia meno invasivo rispetto ad una liposuzione tradizionale, dopo la procedura si possono avere gonfiori e lividi con dolenzie diffuse per un paio di giorni. Il gonfiore tende a diminuire in un paio di settimane ed i lividi possono durare per una ventina di giorni. Si consiglia una guaina compressiva da indossare sulla zona trattata. Questo aiuterà il drenaggio linfatico e accelera il processo di guarigione. Un valido aiuto per ridurre i tempi di recupero è il massaggio linfodrenante. La maggior parte delle persone può riprendere le normali attività dopo un paio di giorni.

costi

COSTI

La stima del costo dipende molto da caso a caso e a seconda della tecnica chirurgica impiegata e del fatto che si intervenga sulle palpebre superiori, inferiori o su entrambe. Solo dopo una visita esplorativa sarà possibile stilare un preventivo. Per avere maggiori informazioni compilate il seguente form di contatto, vi risponderemo appena possibile:

    Scegli la Sede



    Come ci hai trovato?

    Dott. Stefano Bezzi

    Linea Diretta: +39 348 0589908
    E-mail: info@bezzistefano.com


    Sedi

    Padova
    P.le Stazione, 7
    Pordenone
    Via Forniz, 2 – Porcia
    Rimini
    Poliambulatorio Nuova Medicina
    Viale del Prete, 69 – Cattolica
    Venezia Mestre
    Villa Rondina – Studi Medici
    Via Mancini, 11